SENZA CULTURA NON C’È FUTURO, E SENZA FUTURO NON C’È VITA

La cultura non è un click.

L’avvento della rete ha lanciato una tremenda sfida alla cultura, intesa secondo i canoni classici della nostra storia millenaria. Oggi, grazie al web e alle possibilità di una conoscenza fai da te, superficiale e istantanea, lo studio, la sua bellezza e la fatica che si accompagna necessariamente alla costruzione di una cultura personale vengono viste quasi come una zavorra inutile, un modo come un altro per perdere tempo.

Eppure, da sempre ogni valutazione sociale e politica si è fondata sulla cultura, l’unico mezzo che consente, attraverso conoscenza, dibattito, tesi, antitesi e sintesi, di garantire scelte umane, personali, sociali e politiche circostanziate, condivise e utili.

Senza lo studio, la cultura diventa un fuoco fatuo, il sapere rimane nel telefonino, sul computer, nel tablet. E anzi, pensando di accedere a una cultura artificiale infinita, un essere umano iperconnesso ma privo delle basi critiche che soltanto lo studio può dare, corre il rischio di trasformarsi da soggetto in oggetto, manipolabile e orientabile sia nei comportamenti sia nei pensieri.

Ecco perché è fondamentale che la formazione scolastica elementare sia e rimanga “umana”, nel senso più antropologico. Il confronto fisico tra insegnante e alunno, e tra gli stessi bambini, che si svolge nelle aule di tutte le scuole ogni giorno crea le basi per una cultura sana della comunicazione e della convivenza civile, sin dai primi anni di vita del bambino. Perché la scuola è, per tutti, la prima esperienza di vita sociale e di convivenza al di fuori dell’ambito familiare.

Questa è l’essenza della cultura: la conoscenza intesa quale strumento antropologico essenziale per le tutte le relazioni umane.

Occorre intervenire e potenziare l’editoria, i musei, il patrimonio linguistico, lo spettacolo, le rievocazioni storiche e tutte le iniziative che salvaguardino il patrimonio culturale materiale ed immateriale del Piemonte.

GUARDA IL VIDEO

SE VUOI SOSTENERCI

Per donazioni campagna elettorale

PIERO MARCO VERCELLI

IT45 M060 8510 3020 0000 0040 627